Tradizione dolciaria

I mostaccioli e i biscotti mandorlati (marzallette) rappresentano l'emblema di Soriano Calabro, nel tempo la gamma produttiva si è arricchita e sono state affiancate altre prelibatezze e prodotti dolciari : susamelle,torroni di mandorle insieme ad una vasta biscotteria tra i quali tozzetti, anicini e cantuccini.
I biscotti mandorlati o Marzallette, sono ottenuti da un impasto di farina, miele, mandorle,cannella, chiodi di garofano e buccia di limone. Le marzallette hanno una forma riconoscibile a grosse fette e sono molto apprezzati per gusto e morbidezza.
Espressione della vita quotidiana i mostaccioli prendono le forme di essa, di oggetti comuni, di leggende miti che intrecciano il sacro con il profano. Sono soprattutto oggeti ex voto offerti in dono ai santi per le grazie ricevute ed esposti nei diversi luoghi di culto. Immutato nel tempo l'estro delle maestranze si tramanda attraverso l'arte figurativa delle forme dei mostaccioli. Da biscotti i mostaccioli diventano immagini ed oggetti da donare per grazia ricevuta o da scambiare secondo la tradizione per un impegno di fidanzamento. Il fidanzato, come pegno d'amore, alla prima visita ufficiale, nella casa della ragazza porta in dono un fazzoletto di seta ed i mostaccioli a forma di cuore , di pesce o di figura femminile e di "esse".
Molte sono le forme riprodotte dai maestri mastazzolari e tante idee vengono rappresentate in immagini fantastiche. Le forme tradizionali si possono enucleare in gruppi di animali, forme libere, figure umane e religiose. tra le forme animali l'artigiano forgia la capra, l'agnello, i pesci, la cernia, il tonno, l'elefante, il cavallo, l'aquila, il gallo , il cane, icone derivanti da diversi contesti biblici, sacri e profani, recuperate nella memoria, nei ricordi o dai comuni significati e relazioni con la vita quotidiana.


web agency creazione siti internet Reggio calabria